Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie Per saperne di piu'

Accetto

Circolare ESPLICATIVA Ministero dell' Ambiente - S…

Con decreto del Ministro dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare 13 ottobre 2016, n. 264 (in Gazzetta ufficiale del 15 febbraio 2017, n. 38 sono stati adottati «Criteri indicativi per agevolare la dimostrazione della sussistenza dei requisiti per la qualifica dei residui di produzione come sottoprodotti e...

Leggi tutto

Regolamento - Qualifica dei residui di produzione …

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 15.2.2017 ilRegolamento recante criteri indicativi per agevolare la dimostrazione della sussistenza dei requisiti per la qualifica dei residui di produzione come sottoprodotti e non come rifiuti. Il Regolamento avrà vigenza dal 2.3.2017 http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2017/02/15/17G00023/sg

Leggi tutto

Nuova zonizzazione del territorio regionale e clas…

Con Deliberazione 15 settembre 2016, n. 536 (bollettino ufficiale nr. 78 (Ordinario) del 29/09/2016), la Regione Lazio ha aggiornato l'Allegato 4 della D.G.R. n. 217 del 18 maggio 2012 "Nuova zonizzazione del territorio regionale e classificazione delle zone e agglomerati ai fini della valutazione della qualità dell'aria ambiente in attuazione...

Leggi tutto

Il MATTM pubblica la Nuova modulistica AIA Statale…

Con DEC DVA/86/2016 del 15/03/2016, il Ministero dell'ambiente, del territorio e del mare pubblica la nuova modulistica da compilare per la presentazione della domanda di AIA di competenza statale, con specifico riferimento alla presentazione delle informazioni necessarie al fine del riesame ex articolo 29-octies, del D.Lgs n. 152 del 3 aprile 2006.

Leggi tutto

ISPRA pubblica le Linee guida per la valutazione i…

ISPRA pubblica le Linee guida per la valutazione integrata di impatto ambientale e sanitario (VIIAS) nelle procedure di autorizzazione ambientale (VAS, VIA e AIA) Come riportato sul sito ISPRA, "Le Linee Guida sono il prodotto delle conoscenze ed esperienze sviluppate negli anni dal  Gruppo di Lavoro “Ambiente e Salute” del Sistema Nazionale...

Leggi tutto

Pubblicato in GU il Collegato Ambientale con LEGGE…

Pubblicato in GU il Collegato Ambientale con LEGGE 28 dicembre 2015, n. 221 “Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell'uso eccessivo di risorse naturali”. (GU Serie Generale n.13 del 18-1-2016) che entra in vigore il 02/02/2016. È composto da 11 disposizioni: Disposizioni relative alla...

Leggi tutto

DDL Collegato ambientale 2015 - Approvazione defin…

Come è consuetudine la fine dell’anno ci riserva delle belle (o brutte!) sorprese in tema di legislazione ambientale. Oggi, 22 dicembre 2015, è stato approvato in via definitiva, dopo la votazione in seconda lettura alla Camera, il disegno di Legge n. 2093-B, erede del vecchio "Collegato" alla legge di stabilità...

Leggi tutto

AUA modulistica semplificata e unificata - Regione…

La Regione Lazio, con Determinazione n. G13447 del 5 Novembre 2015, ha approvato la modulistica semplificata e unificata per la presentazione della richiesta di autorizzazione unica ambientale (AUA) e le  Linee Guida per la prima applicazione della modulistica suddetta. Si rammenta che i gestori degli impianti presentano domanda di AUA nel caso...

Leggi tutto

Procedura prescrizioni per la regolarizzazione del…

Pubblicata sul sito www.lexambiente.com una interessante dottrina circa le indicazioni operative in tema di procedimento per la regolarizzazione delle contravvenzioni in materia ambientale ai sensi degli artt. 318 bis e seguenti del d.lgs n. 152/2006, introdotti dalla legge 22 maggio 2015 n.68. Si segnala inoltre anche la circolare della Procura della Repubblica di Trento.http://t.co/m5CNeL3Mvo...

Leggi tutto

Modifica del decreto 27 settembre 2010, relativo a…

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale (GU Serie Generale n.211 del 11/09/2015) il DM 24 Giugno 2015 che reca modifiche al decreto 27 settembre 2010, relativo alla definizione dei criteri di ammissibilità dei rifiuti in discarica. Tra le novità rilevanti, oltre alla sostituzione integrale dell'Allegato III (Campionamento ed analisi dei rifiuti), l'estensione del c.4 dell' art...

Leggi tutto

HP14 (ecotossico) - Conversione in legge, con modi…

Approvata in via definitiva dalla Camera dei deputati il 4 agosto 2015, non ancora promulgata o pubblicata nella Gazzetta Ufficiale, la "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 19 giugno 2015, n. 78, recante disposizioni urgenti in materia di enti territoriali". In riferimento alla caratteristica di pericolo HP14, testualmente: All'art. 7, dopo il...

Leggi tutto

DECRETO-LEGGE 4 luglio 2015, n. 92 - modifiche al…

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 153 del 4 luglio, il DECRETO-LEGGE 4 luglio 2015, n. 92 - “Misure urgenti in materia di rifiuti e  di autorizzazione integrata ambientale, nonché per l'esercizio  dell'attività d'impresa di stabilimenti industriali di interesse strategico nazionale”. Il decreto reca modifiche al decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152...

Leggi tutto

Circolare MATTM 17 giugno 2015 – modalità applicative AIA (Autorizzazione integrata ambientale)

24 Giugno 2015
di: Ing. Cristian Venditti

Il MATTM, in data  17 giugno 2015, ha emanato la circolare di coordinamento n. 12422 in riferimento ad ulteriori criteri sulle modalità applicative della disciplina in materia di prevenzione e riduzione integrate dell'inquinamento alla luce delle modifiche introdotte dal D.lgs 4 marzo 2014,n.46

  • disposizioni di cui all'articolo 29, comma 2, del D.Lgs.46/2014 (scadenze del 7 settembre 2014 e del 7 luglio 2015)
  • Individuazione delle migliori tecniche pertinenti alle attività di trattamento a gestione indipendente delle acque reflue (se i reflui provengono da più categorie di attività soggette ad AIA, i BAT-AEL da considerare, sono quelli relativi alla categoria IPPC cui è addebitabile il principale contributo inquinante);
  • esclusioni previste per i depuratori di acque reflue urbane
  • soglie produttive che determinano l'assoggettabilità ad AIA per l'industria alimentare (punto 6.4.b dell'Allegato VIII - Capacità produttiva totale di prodotti alimentari e di mangimi);
  • attività di autodemolizione (assoggettabilità ad AIA solo se contemplano attività di frantumazione (con shredder));
  • produzione di prodotti chimici (categorie IPPC 4 – ricomprende solo la produzione su scala industriale di prodotti chimici e non la fabbricazione di manufatti);
  • trattamento di scorie e ceneri (categorie IPPC 5.3.a.4 e 5.3.b.3 – scorie e ceneri provenienti da processi di combustione (non scorie di cemento e vulcaniche);
  • effetti del DM 15 gennaio 2014 sulle AIA vigenti;
  • conduzione dei procedimenti in assenza di BREF comunitari (mancanza di BREF non può formalmente costituire motivo per rimandare o sospendere i procedimenti di rilascio di AIA – principi generali di cui all’ All.XI, part. 2 del D.Lgs 152/06);
  • aggiornamento delle AIA dei cementifici che effettuano coincenerimento (riesame a seguito delle conclusioni sulle MTD per la produzione di cemento, calce e ossido di magnesio del 26 marzo 2013 – adeguamento entro il 10 gennaio 2016)
  • trattamento fisico-chimico dei rifiuti (trattamento chimico e/o fisico);
  • presentazione della relazione di riferimento (gli impianti che effettuano gestione rifiuti non sono tenuti a presentare la relazione di riferimento, nemmeno nella forma della verifica preliminare, in relazione ai rifiuti gestiti – obblighi connessi alla relazione di riferimento in riferimento alle sole sostanze pericolose pertinenti eventualmente gestite nel sito – serbatoi di olii e carburanti, prodotti chimici di processo)

Circolare MATTM  - 17 giugno 2015

Autore
Cristian Venditti, ingegnere per l' ambiente ed il territorio, ha conseguito l'abilitazione alla professione di ingegnere presso l' Università degli studi de L'Aquila, è iscritto all' Ordine degli Ingegneri di Frosinone. Ha maturato esperienza in ambito ambientale, sia come tirocinante presso l' ARPA LAZIO sez. di Frosinone (emissioni in atmosfera), sia come collaboratore tecnico presso la Società ATENA Consulting srl. Ha maturato esperienze significative in studi di modellistica diffusionale atmosferica (sorgenti puntuali, lineari e diffuse), studi di fattibilità, A.I.A./V.I.A., iter autorizzativi in ambito emissioni in atmosfera, acque reflue e rifiuti.
..i miei articoli